BUON VENERDI’ 26 GENNAIO :LA PAROLA DEL GIORNO.

 

 

Sacred-Space-Web

Venerdì 26 Gennaio 2018         
Ss. Timoteo e Tito (m); S. Paola; S. Alberico
3.a Tempo Ordinario
Annunciate a tutti i popoli le meraviglie del Signore.
Liturgia: 2Tm1,1-8 opp. Tt 1,1-5; Sal 95; Lc 10,1-9

PREGHIERA DEL MATTINO
Signore, abituami ad iniziare la giornata non leggendo il giornale, per non restare schiavo dell’opinione pubblica, anche senza volerlo. Che io incominci la mia fatica quotidiana pregandoti. (Carlo Carretto)

ANTIFONA D’INGRESSO 
Il Signore lo ha scelto come sommo sacerdote, gli ha aperto i suoi tesori, lo ha colmato di ogni benedizione.

COLLETTA 
O Dio, nostro Padre, che hai formato alla scuola degli Apostoli i santi vescovi Timoteo e Tito, concedi anche a noi per loro intercessione di vivere in questo mondo con giustizia e con amore di figli, per giungere alla gloria del tuo regno. Per il nostro Signore Gesù Cristo…

PRIMA LETTURA  
Mi ricordo della tua schietta fede.
Dalla seconda lettera di san Paolo apostolo a Timoteo 2Tm 1,1-8
Paolo, apostolo di Cristo Gesù per volontà di Dio e secondo la promessa della vita che è in Cristo Gesù, a Timòteo, figlio carissimo: grazia, misericordia e pace da parte di Dio Padre e di Cristo Gesù Signore nostro. Rendo grazie a Dio che io servo, come i miei antenati, con coscienza pura, ricordandomi di te nelle mie preghiere sempre, notte e giorno. Mi tornano alla mente le tue lacrime e sento la nostalgia di rivederti per essere pieno di gioia. Mi ricordo infatti della tua schietta fede, che ebbero anche tua nonna Lòide e tua madre Eunìce, e che ora, ne sono certo, è anche in te. Per questo motivo ti ricordo di ravvivare il dono di Dio, che è in te mediante l’imposizione delle mie mani. Dio infatti non ci ha dato uno spirito di timidezza, ma di forza, di carità e di prudenza. Non vergognarti dunque di dare testimonianza al Signore nostro, né di me, che sono in carcere per lui; ma, con la forza di Dio, soffri con me per il Vangelo.
Parola di Dio. 

SALMO RESPONSORIALE (Dal Salmo 95) 
R. Annunciate a tutti i popoli le meraviglie del Signore.
Cantate al Signore un canto nuovo,
cantate al Signore, uomini di tutta la terra.
Cantate al Signore, benedite il suo nome. R.
Annunciate a tutti i popoli le meraviglie del Signore.
Annunciate di giorno in giorno la sua salvezza.
In mezzo alle genti narrate la sua gloria,
a tutti i popoli dite le sue meraviglie. R.
Annunciate a tutti i popoli le meraviglie del Signore.
Date al Signore, o famiglie dei popoli,
date al Signore gloria e potenza,
date al Signore la gloria del suo nome. R.
Annunciate a tutti i popoli le meraviglie del Signore.
Dite tra le genti: «Il Signore regna!».
È stabile il mondo, non potrà vacillare!
Egli giudica i popoli con rettitudine. R.

CANTO AL VANGELO (Gv 15,15) 
Alleluia, alleluia.
Lo Spirito del Signore è sopra di me:
mi ha mandato a portare ai poveri il lieto annuncio.
Alleluia.

VANGELO  
La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai. 
+ Dal Vangelo secondo Luca 10,1-9
In quel tempo, il Signore designò altri settantadue e li inviò a due a due davanti a sé in ogni città e luogo dove stava per recarsi. Diceva loro: «La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai! Pregate dunque il signore della messe, perché mandi operai nella sua messe! Andate: ecco, vi mando come agnelli in mezzo a lupi; non portate borsa, né sacca, né sandali e non fermatevi a salutare nessuno lungo la strada. In qualunque casa entriate, prima dite: “Pace a questa casa!”. Se vi sarà un figlio della pace, la vostra pace scenderà su di lui, altrimenti ritornerà su di voi. Restate in quella casa, mangiando e bevendo di quello che hanno, perché chi lavora ha diritto alla sua ricompensa. Non passate da una casa all’altra. Quando entrerete in una città e vi accoglieranno, mangiate quello che vi sarà offerto, guarite i malati che vi si trovano, e dite loro: “È vicino a voi il regno di Dio”».
Parola del Signore. 

OMELIA 
La memoria dei discepoli degli apostoli ci propone da meditare testi profondi. Scegliamo un brano soltanto che riguarda la nostra testimonianza di fede. San Paolo chiede a Timoteo di mettere in pratica la solidarietà fraterna, per manifestare la propria fede. Questa fedeltà obbliga ma talvolta anche costa: «Non vergognarti della testimonianza da rendere al Signore, non aver vergogna di me che sono in carcere per lui». E nel momento della prova che si dimostra veramente lo spirito di fraternità, quando non c’è più nessun vantaggio a dimostrarsi fratello, sorella di quella tal persona. In quel momento si rivela il fondo del cuore, che condivide fraternamente la pena, con una solidarietà che vale più di tutte le manifestazioni esteriori superficiali: «Soffri anche tu insieme con me per il Vangelo, aiutato dalla forza di Dio». Tutti siamo chiamati a soffrire con Cristo, per partecipare pienamente al suo amore. E dare la nostra testimonianza. Forse particolarmente richiesta proprio nei giorni nostri… (Padri Silvestrini)
PREGHIERA SULLE OFFERTE 
Signore, l’offerta che ti presentiamo nella festa dei santi Timoteo e Tito, dia gloria al tuo nome e ottenga a noi il perdono e la pace. Per Cristo…

ANTIFONA ALLA COMUNIONE 
“Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi”, dice il Signore; “e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga”.

PREGHIERA DOPO LA COMUNIONE 
Fortifica, Signore, la nostra fede con questo cibo di vita eterna perché sull’esempio dei santi Timoteo e Tito professiamo la verità in cui essi hanno creduto, e testimoniamo nelle opere l’insegnamento che ci hanno trasmesso. Per Cristo nostro Signore.

PREGHIERA DELLA SERA 
Signore, accresci la mia fede!
(Dal Vangelo di Luca)

Annunci

Autore: ilmattinosacroblog

AMO GESU' E MARIA <3

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...